Passo e chiudo.

Quanti giorni passerò ancora dietro a una finestra a chiedermi se arrivi. Se alla fine non hai di nuovo cambiato idea.

E io resto con le mie poesie a pezzetti in una mano, mentre stringo nell’altra una rabbia che non passa.

Mi si stringe anche lo stomaco in questo freddo di dicembre e mi rassegno solo al fatto che le cose non cambiano. Che ti sei portato via tutto, anche quello che doveva rimanere in me.

Tante armi di difesa in questo mondo progredito e neanche uno scudo per gli stronzi.

Annunci